Giovedì 29 Settembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Funny Games PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Ciro Andreotti   
venerdì 08 agosto 2008

Funny Games
Titolo originale: Funny Games
USA: 2007. Regia di: Michael Haneke Genere: Thriller Durata: 112'
Interpreti: Naomi Watts, Tim Roth, Michael Pitt, Brady Corbet, Devon Gearhart
Sito web: www.wip.warnerbros.com/funnygames
Nelle sale dal: 11/07/2008
Voto: 6,5
Recensione di: Ciro Andreotti

funnygames_leggero.jpegNella casa in riva al lago di proprietà di una famiglia borghese tutto pare scorrere placido e tranquillo: George, il padre, e Georgie, suo figlio, stanno preparando la barca a vela per l’escursione del giorno dopo. La madre, Ann, sta preparando la cena quando viene interrotta da Peter un giovane dall’aspetto distinto che si spaccia per amico dei loro vicini. Il ragazzo è stato mandato da Eva, vicina e amica di Ann, a domandarle in prestito quattro uova ………
Riprendendo una vecchia pellicola è possibile riuscire a rivenderla come un prodotto innovativo ? Se si seguono le efferatezze con le quali Paul e Peter, sezionano le vite della tranquilla famiglia borghese che “ritrovano” in riva al lago e la conseguente affluenza in sala da parte di un pubblico che desidera seguirne le gesta, parrebbe proprio di si. Heneke difatti non riscrive ma si limita a riproporre per filo e per segno il suo precedente Funny Games, datato 1997. Rigirando ogni singola scena con i medesimi piani sequenza e dialoghi, limitandosi a pochi aggiornamenti dettati dal passare del tempo; il telefono fisso della pellicola originale è qui sostituito con i piu’ moderni telefoni cellulari. Sostituendo il cast Europeo, con attori esclusivamente USA e alcune star Hollywoodiane, fra le quali spiccano Tim Roth, Naomi Watts e Michael Pitt. Il tutto per rendere maggiormente fruibile al grande pubblico le medesime violenze che avevano accompagnato la coppia di asettici e giovani killer del film di dieci anni or sono. Il risultato finale è una pellicola fotocopia con la quale il regista tedesco di nascita (è nato a Monaco) ma Austriaco di adozione; non aggiunge nulla a una trama che nel ‘97 fece parlare di se come quella perfetta per un film d’avanguardia con una dose di ultra violenza gratuita degna dell’Arancia Meccanica di Kubrick.
Una pellicola che nel complesso rimase un gioiello per pochi adepti, che passo’ velocemente fra le pieghe della programmazione cinematografica di fine stagione ma che venne lungamente osannata dalla critica. La medesima trama, con nessun accorgimento ma sempre molto, anzi troppo, attuale; ora diviene invece una mera operazione commerciale da vendersi al pubblico USA che, secondo le parole del regista: “…resta il miglior fruitore di scene di violenza gratuita…”.
Vedetelo, quindi, se desiderate ancora oggi, come nel 1997, fare il tifo per la famiglia di brave persone contro i due psicopatici assetati di sangue e violenza. Guardatelo perché alcuni spunti meritano di essere (ri)visti, come non notare i dialoghi con i quali Michael Pitt occasionalmente si rivolge in camera ? Il tutto senza però domandarsi il senso di quello a cui state per assistere, non c’è e non era nemmeno nelle intenzioni del regista fornire una spiegazione. Potete però fare tutto questo anche senza recarvi nella piu’vicina sala cinematografica. In fin dei conti si tratta di un film già girato qualche anno fa.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere