Giovedì 29 Settembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Il buio nell'anima PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 4
ScarsoOttimo 
Scritto da Dario Carta   
giovedì 28 febbraio 2008

Il buio nell'anima
Titolo originale: The Brave one
USA: 2007. Regia di: Neil Jordan Genere: Thriller Durata: 119'
Interpreti: Jodie Foster, Terrence Howard, Nicky Katt, Naveen Andrews, Mary Steenburgen, Ene Oloja, Luis Da Silva Jr., Blaze Foster, Rafael Sardina, Jane Adams, Gordon MacDonald, Zoe Kravitz, John Magaro, Victor Colicchio, Jermel Howard
Sito web: wwws.warnerbros.it/thebraveone
Voto: 6,5
Recensione di: Dario Carta

ilbuionellanima_leggero.jpgLa conduttrice radiofonica Erca Bain (Jodie Foster),voce di una New York alla deriva,viene picchiata selvaggiamente da dei teppisti,insieme al suo fidanzato,alle porte di un matrimonio felicemente programmato.
A differenza di lei,che resta miracolosamente sopravvissuta nel corpo,ma non nell'anima,lui muore.
Erica viene travolta e devastata da un lacerante dolore che la chiude alla vita che prima conosceva e la apre ad una reazione di rigetto di ogni sentimento di perdono ed accettazione.
Allora si perde,nella sua stessa città che ama e di cui descrive,con tanta passione,i fatti e i personaggi che ne hanno tracciato i tratti di storia quotidiana.
Non la riconosce più e non si riconosce più in essa..
L'abisso della sua angoscia le si spalanca di fronte,quando,non vista, assiste ad un omicidio perpetrato da un marito nei confronti della moglie e,per difesa,lei stessa spara all'omicida e fugge.
La vittima di un sopruso estremo è diventata,a sua volta,colpevole di omicidio.
La tensione che si scatena nel personaggio,si traduce in una sofferenza intima,ben portata sullo schermo dall'interpretazione della Foster e si concretizza nell'annichilimento di una persona che ha perduto sè stessa nelle ombre di un odio irrazionale che vede crescere nelle proprie viscere,ma che non riesce ad arginare.
"...E' con sgomento paralizzato,che scopri,dentro di te,un estraneo,uno con le tue braccia,le tue gambe,i tuoi occhi;un irrequieto estraneo":questa è l'ossessione che matura in Erica.
E poi insiste:"New York,da vera metropoli,è un organismo che cambia e muta,....".
Questo è l'indizio che accomuna i due veri protagonisti della storia:una donna,un semplice cittadino come tanti,che vive ama,si muove e commenta la sua città natale,e quest'ultima,luogo della sua identità e nella quale cercava una piena realizzazione di vita.
Ma la realtà è tragica ed entrambi si trasformano,mutandosi in estranei a sè stessi e agli altri.
Lei confida al suo pubblico che "è orribile avere paura di un luogo amato e vedere un angolo che conoscevi così bene e spaventarti con la sua ombra".
Anche l'ombra che cresce in Erica la terrorizza,ed il suo anelito alla vita è una fioca luce in un oscuro orizzonte.
Questo,è l'inquieto scenario,intriso di minaccioso realismo,nel quale è inserita e si dipana la storia.
Uno scenario intrecciato da fili di paura,"sempre stata nascosta,in agguato",non visibile ma crudelmente reale e pronta ad aggredire e distruggere la tranquilla realtà quotidiana.
Tormenta,questo aspetto,e mette all'erta sospetti assopiti negli animi.
E' la paura che il fluire di una vita in apparenza sotto controllo,possa trovare tragico epilogo in eventi generati nel dolore e nella sofferenza.
La Foster commenta e trasmette con realismo il buio nella sua anima al microfono della radio ed è interprete convincente,in questo film,senza lasciarlo scivolare nel girone delle pellicole dei proclami dei degradi sociali nel tessuto urbano.
Nella seconda parte,qualche inciampo in episodi già visitati da Charles Bronson e tratti di trama accostabili al "Giustiziere",possono tentare lo spettatore ad un confronto incauto.
Ma qui,la chiave va ricercata altrove:l'ingrediente della violenza,si mescola all'intera pietanza che costituisce il piatto di portata.
Non è la storia di un giustiziere,ma il racconto di una condizione di una persona inserita in un contesto di vita,un'analisi dello sviluppo dei suoi moti più intimi,che la conducono a confrontarsi con il luogo dove vive.
Ma arriva a non riconoscere più nè l'una,nè l'altro.
In USA,il film ha incontrato un responso di critica controverso,con commenti ugualmente positivi e negativi,
ottenendo,peraltro,una nomination al Golden Globe e meritando alla Foster una nomination come attrice protagonista.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere