Mercoledì 28 Settembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Il nascondiglio PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 12
ScarsoOttimo 
Scritto da Nicola Picchi   
sabato 17 novembre 2007

Il nascondiglio
Titolo originale: Il nascondiglio
Italia, USA: 2007. Regia di: Pupi Avati Genere: Thriller Durata: 100'
Interpreti: Laura Morante, Burt Young, Treat Williams, Rita Tushingham, Yvonne Sciò, Peter Soderberg, Sydney Rome, Giovanni Lombardo Radice
Sito web: www.ilnascondiglio.com
Nelle sale dal: 16/11/2007
Voto: 6
Recensione di: Nicola Picchi

ilnascondiglio_leggero.jpgSe Terence Stamp nel “Toby Dammit” felliniano doveva girare “il primo western cattolico”, Pupi Avati con “Il nascondiglio” gira il suo quarto “horror cattolico” (anche se lui preferisce “thriller-gotico”), dopo piccoli capolavori come “La casa dalle finestre che ridono”, “Zeder” e “L’arcano incantatore” che ormai sono, nel genere, dei classici minori del cinema italiano. Evidentemente turbato dai paraphernalia della religione cattolica e dai suoi ministri, questa volta Avati ambienta il suo film in un ex-pensionato gestito da suore a Davenport, nello Iowa. Dopo un breve prologo ambientato negli anni ’50, troviamo Laura Morante che, appena dimessa da un ospedale psichiatrico in cui era stata ricoverata dopo il suicidio del marito, è in cerca di una sede adeguata per aprire un ristorante italiano. L’agente immobiliare Burt Young le propone una casa disabitata da anni, la Snakes Hall, che viene affittata ad un prezzo irrisorio. E qui lo spettatore inizia ad inquietarsi dato che, di questi tempi, una casa ad un prezzo accettabile è come minimo infestata, tantopiù se ha dei serpenti sulla facciata. Difatti, in men che non si dica, la poverina comincia a sentire stridule vocine, e ad avvertire inquietanti presenze al piano superiore. Indagando sull’accaduto, scopre che la casa era stata anni addietro scenario di un delitto, quando due novizie massacrarono la madre superiora e due anziane pensionanti. La Morante, invece di traslocare, decide di proseguire nella sua investigazione e, battendosi contro una rete invisibile di omertà e connivenze, di risolvere il mistero legato alla strage, che ovviamente non sveleremo. La prima impressione è che Avati non abbia guadagnato gran che dall’ambientare la sua storia oltreoceano, e che semmai abbia perso qualcosa per strada durante la traversata. Ovvero tutte le atmosfere che facevano la sua originalità ed anche la sua unicità, gli umori ed i sapori, anche neri e grotteschi ma tipicamente italiani, anzi emiliani, che da sempre hanno nutrito il suo cinema anche nei momenti più malinconici e fuori dal genere. L’ambientazione americana, al contrario, raffredda tutti i materiali di partenza distanziando lo spettatore, e rivela tutta la tenue inconsistenza del set cinematografico. Una sensazione che viene ancora più accentuata dalla sceneggiatura, che appare in gran parte irrisolta, con personaggi che spariscono nel nulla, come quelli del prete e dell’agente immobiliare, battute insensate (“In America i serpenti li consideriamo simboli fallici”) e svolte non particolarmente ispirate o prevedibili. Il tutto si tiene insieme solo grazie alla buona interpretazione di Laura Morante, di solito troppo caricata ma stavolta perfetta per il ruolo, ed alla regia, sempre di un livello più che dignitoso e con qualche colpo di genio, come nel lentissimo movimento di macchina che chiude il film, sulle note biascicate di “Magic moments”.
Riassumendo, un Avati paradossalmente poco “avatiano”, e, se non gli si può fare una colpa di cercare nuove strade, è anche vero che non si può trovare il nuovo partendo dal vecchio.
Molto avatiana è invece la scelta degli attori, con un occhio affettuoso a vecchie glorie come Rita Tushingham, ai suoi tempi icona del Free Cinema inglese, e Treat Williams e questo, se non è molto, è già qualcosa.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere