HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Thriller arrow Il romanzo di Mildred
Venerdì 26 Febbraio 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Il romanzo di Mildred PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 8
ScarsoOttimo 
Scritto da Roberto Fedeli   
sabato 01 agosto 2009

Il romanzo di Mildred
Titolo originale: Mildred Pierce
USA: 1945 Regia di: Michael Curtiz  Genere: Thriller Durata: 109'
Interpreti: Joan Crawford, Jack Carson,Eve Arden, Ann Blyth
Sito web:
Nelle sale dal: 1945
Voto: 8
Trailer
Recensione di: Roberto Fedeli

Il romanzo di MildredMichael Curtiz impiega la scissione temporale di stampo noir, per produrre uno woman’s film dal retrogusto doloroso.
Il film inizia con la sua fine: l’uccisione di un uomo che urla il nome di Mildred. Seguitiamo a vedere una macchina che si allontana e successivamente Mildred( una incredibile Joan Crawford) prossima al suicidio.
La protagonista nel presente è indagata per l’omicidio del suo secondo marito: l’illuminazione chiaroscurale del suo viso e la profonda esitazione dell’eloquio, si elevano a limpidi segni della sua colpevolezza.
La storia della donna la udiamo attraverso le sue stesse parole, che ci raccontano la sua separazione da un marito che la tradiva, la sua ascesa societaria attraverso una catena di ristoranti e la morte della figlia.
Il primo racconto espleta la figura di una donna forte che riesce a realizzarsi, incarnando anche il ruolo del padre per la figlia Veda.
Il secondo flashback illustra invece la discesa sociale della donna, dovuta all’allontanamento della figlia viziata ed al secondo matrimonio con l’ennesimo uomo sbagliato. Inoltre la dinamica freudiana vuole che Mildred sorprenda Veda ed il nuovo marito sul punto di sfiorare l’incesto.
La verità sarà svelata solamente dall’ultimo flashback… Michael Curtiz articola l’opera secondo una dicotomia presente – passato, che depista continuamente  lo spettatore dalla verità. L’interrogatorio del poliziotto e l’incipit del film non lasciano alcun alone di mistero sul nome dell’assassino; ma in realtà possiamo accusare Mildred dell’omicidio solo attraverso un processo deduttivo.
Infatti il cineasta non ci permette di vedere la persona che si allontana con la macchina dal luogo del misfatto. Il nome di Mildred, pronunciato in fin di vita dalla vittima, suona come il nome di Rosabella nel capolavoro di Welles: è solo un appannamento della realtà che ci accingiamo a vedere.
I due film nascono quindi da un tranello, che verrà smascherato solo alla fine dell’eterna bugia filmica. In realtà la pellicola non dice il falso, ma sostiene il superfluo.
L’arditezza di tale processo sta nella creazione di un rapporto empatico tra lo spettatore e l’inganno delle immagini.
Mildred Pierce(questo il titolo originale) gioca con il fruitore contrapponendo la storia melodrammatica di Mildred, con la verità incarnata dalla legge del poliziotto nel presente.
Come nei film di Resnais il passato non cerca di svelare il presente, ma di metterne in crisi le verità emergenti.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere