Venerdì 19 Agosto 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
nightmare-alley-728x140.jpg
Il segreto dei suoi occhi PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 49
ScarsoOttimo 
Scritto da Anna Maria Pelella   
martedì 13 aprile 2010

Il segreto dei suoi occhi
Titolo originale: El Secreto de Sus Ojos
Argentina, Spagna: 2009 Regia di: Wes Anderson Genere: Thriller Durata: 127'
Interpreti: Ricardo Darín, Soledad Villamil, Guillermo Francella, José Luis Gioia, Pablo Rago, Javier Godino, Carla Quevedo, Rudy Romano, Mario Alarcón, Alejandro Abelenda, Sebastián Blanco, Mariano Argento, Juan José Ortíz, Kiko Cerone, Fernando Pardo
Sito web: www.elsecretodesusojos.com
Nelle sale dal: 04/06/2010
Voto: 6
Trailer
Recensione di: Anna Maria Pelella
L'aggettivo ideale: Secretato
Scarica il Pressbook del film

Il segreto dei suoi occhiBenjamín Esposito, in pensione dal suo impiego di pubblico ministero in Argentina, decide di scrivere un libro su un caso di omicidio irrisolto che, venticinque anni prima, lo coinvolse al punto tale da spingerlo a dedicare le ore libere per indagare sui fatti accaduti.
La donna che occupava la posizione immediatamente superiore alla sua sulla scala gerarchica, Irene Menéndez Hastings, è il suo primo contatto, dopo gli anni passati a lavorare fuori città e la pensione. L'incontro tra i due porterà alla luce una serie di fatti mai emersi e di sentimenti mai dichiarati, i quali condurranno a una scoperta che scioglierà finalmente l'enigma.

Il segreto dei suoi occhi è in realtà celato nel cuore di tutti i protagonisti e a tratti si potrà forse intuire qualcosa dallo sguardo di ciascuno, ma la soluzione dell'enigma sarà rimandata di oltre venticinque anni e delegata alla tenacia di un solo uomo. Mentre egli indaga per suo conto, come anni prima aveva fatto senza riuscire ad affidare il colpevole alla giustizia in via definitiva, i sentimenti repressi allora, verranno lentamente a galla, e molti dei fili lasciati in sospeso troveranno il loro posto nella trama della storia.
Benjamìn e Irene furono costretti a sospendere le indagini e a soffocare l'indignazione insieme coi sentimenti personali, che erano emersi nel corso dell'indagine. Le cose non dette e soprattutto quelle seppellite lungo il percorso continueranno però la loro esistenza e il nuovo incontro tra i due chiuderà finalmente il cerchio.

Juan José Campanella confeziona un thriller dalle venature potentemente sentimentali, e costruisce un'atmosfera di pesante attesa intorno a un caso particolarmente raccapricciante di stupro e omicidio commesso nell'epoca più buia della dittatura in Argentina. La dittatura stessa fa da sfondo e da pretesto per alcuni passaggi tra i più duri della storia, ma non è mai interamente protagonista della scena. Il tutto è narrato su diversi piani temporali, intrecciati con una discreta maestria, che includono un quarto di secolo della storia argentina e le traversie dei singoli personaggi.
Il delitto irrisolto intorno cui ruotano tutti i protagonisti diviene il punto focale del riscatto da un passato mai dimenticato e tutt'ora straordinariamente vitale, con cui tutti si troveranno a fare i conti. La storia in sé non nasconde una particolare complessità, se non il segreto appunto, intessuto negli anni intorno a un delitto per cui fu arrestato un solo uomo, che venne poi rilasciato, ma di cui si persero misteriosamente le tracce subito dopo.
Un altro segreto svelato quasi subito è quello dei sentimenti mai dichiarati di tutti i protagonisti e, in particolare di Irene e Benjamìn, che dovettero interrompere la loro nascente amicizia a causa del serio rischio per la vita di lui, scatenato dal suo fervore per le indagini.
Il marito afflitto e la donna uccisa hanno uno spessore che risulta piuttosto sbiadito al confronto con la passione soffocata tra i due magistrati, ma nonostante ciò saranno soltanto loro i veri attori di un dramma scritto anni addietro la cui rappresentazione mai si è interrotta.
Ricardo Darín è un Benjamìn dolente e appassionato, ma la sua intensa performance non basta a destare nello spettatore la sua stessa passione per i fatti avvenuti nel passato. Troppe sono le occasioni perse di rendere vivo il contesto e le implicazioni sociali dell'esercizio di quello che finisce per essere un arbitrio che, nell'Argentina degli anni settanta, ci si immagina sia stata la norma piuttosto che l'eccezione.
L'intero cast si mantiene nei binari di un'onesta recitazione, mentre la fotografia e la costruzione scenografica risentono purtroppo dei passati trascorsi televisivi del regista.
Fatto salvo un ritoccatissimo piano sequenza iniziale, la regia non rivela nessun motivo sia pur blando, per comprendere il segreto pensiero dei giudici ai recenti Oscar, i quali hanno ritenuto di dover premiare un lavoro decisamente onesto, ma lontano anni luce dalla passione del suo più temibile concorrente Un Profeta di Audiard, o dall'algida perfezione stilistica di Il Nastro bianco.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere