HOME arrow Fantascienza arrow Il siero della vanità
Venerdì 2 Dicembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Il siero della vanità PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesco Manca   
venerdì 17 aprile 2009

Il siero della vanità
Titolo originale: Il siero della vanità
Italia: 2003 Regia di: Alex Infascelli Genere: Thriller Durata: 97'
Interpreti: Margherita Buy, Francesca Neri, Barbara Bobulova, Valerio Mastandrea, Marco Giallini, Ninni Bruschetta, Maddalena Maggi
Sito web:
Nelle sale dal: 16/04/2004
Voto: 7
Trailer
Scarica ora Il siero della vanità con eMule Official - per velocizzare il download usa Speed Downloading!
Recensione di: Francesco Manca

ilsierodellavanita_leggero.jpeg“La televisione è un mezzo che si rigenera sempre”.
E’ in questa frase pronunciata dalla fredda e cinica Sonia Norton (Francesca Neri) che si racchiude l’essenza de “Il siero della vanità”, opera seconda del giovane regista nostrano Alex Infascelli, reduce dai numerosi riconoscimenti ottenuti per il precedente “Almost Blue” (2000), che gli è fruttato, tra l’altro, un David Di Donatello e un Nastro d’Argento quale miglior regista esordiente.
E’ bene mettere subito in evidenza il vero intento della pellicola di Infascelli, che non è tanto quello di rivolgere una critica verso la televisione in sé quanto alle persone che la fanno.
Basato su un soggetto di Niccolò Ammaniti, “Il siero della vanità” racconta l’inquietante vicenda di 5 volti noti della televisione italiana che spariscono uno ad uno in circostanze misteriose. Il caso viene affidato all’(ex)investigatrice Lucia Allasco (Margherita Buy) e all’investigatore Franco Berardi (Valerio Mastandrea), i quali vengono alla scoperta di alcuni collegamenti tra le 5 persone scomparse e il famoso “Sonia Norton Show”, del quale gli stessi sono stati ospiti in passato e/o in tempi più recenti.
Il regista sceglie un percorso alquanto ostico ed impetuoso al fine di soddisfare il suo intento: il giallo.
Al suono di questa parola sorgerebbero sicuramente in mente storie di sangue, omicidi, serial-killer, psicopatici etc. Ebbene, in questo film sono sì presenti tutti questi elementi ma aspettarsi un lavoro sulla falsa riga di quelli di nomi come Argento (uno su tutti) è quanto di più sbagliato si possa immaginare. Infascelli non punta alla suspance da mistery-story, ma cerca di sconvolgere lo spettatore con qualcosa che, almeno in questo caso, è molto più angosciante e, ahimè, realistico: lo squallore.
Visto in questi termini, il plot del film ricorda, a grandi linee, quello della saga di “Saw – L’enigmista”; le 5 vittime vengono legate a delle sedie in una grande stanza dalle pareti bianche costretti a mettere in scena lo stesso show di cui erano i protagonisti. Tra questi individui c’è veramente di tutto: chi ha perso notorietà e si è rifugiato nella tossicodipendenza, chi trasmette al pubblico nient’altro che menzogne al solo scopo di lucro, chi si esibisce facendo il “pagliaccio” etc.

Infascelli non si schiera dalla parte di chi vuole in qualche modo “vendicarsi” contro queste persone ma non esita a “seviziare” l’arrivismo e la falsità che dominano l’attuale ambiente televisivo italiano.
Il suo obiettivo, almeno dal punto di vista di chi scrive, può considerarsi raggiunto, nonostante non si possano trascurare alcuni difetti piuttosto evidenti, a cominciare da una sceneggiatura, firmata da Antonio Manzini, non certo priva di buchi e di passaggi molto approssimativi e superficiali, che comunque non sottraggono al film una certa dose di pathos e tensione che si mantiene elevata fino alla conclusione.
Di grande effetto la colonna sonora curata da Marco Castoldi alias Morgan dei Bluvertigo, interessanti la fotografia di Stefano Ricciotti e il montaggio di Esmeralda Calabria.
In definitiva, “Il siero della vanità” non è un’opera che si merita l’etichetta di “fenomeno cinematografico” ma è più che apprezzabile il coraggio dimostrato dal giovane Infascelli di portare sul grande schermo un tema molto attuale e parecchio difficile da raccontare attraverso il linguaggio filmico, che ci apre gli occhi su un aspetto del nostro show business a noi forse non proprio nuovo ma sicuramente originale ed inquietante.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere