Venerdì 9 Dicembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
La promessa dell'assassino PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 4
ScarsoOttimo 
Scritto da Alessandro Beria   
domenica 24 febbraio 2008

La promessa dell'assassino - Eastern Promises
Titolo originale: Eastern Promises
USA, Canada, Regno Unito: 2007. Regia di: David Cronenberg Genere: Thriller Durata: 100'
Interpreti: Naomi Watts, Viggo Mortensen, Vincent Cassel, Armin Mueller-Stahl, Sinead Cusack, Jerzy Skolimowski
Sito web: www.focusfeatures.com/easternpromises
Nelle sale dal: 14/12/2007
Voto: 7,5
Recensione di: Alessandro Beria
Torino Film Festival

lapromessadellassassino_leggero.jpgMafia russa a Londra: la scena.
Intima lacerazione di un’ostetrica e di un assassino: la dinamica.
Le figure dell’onore e del dolore, del sacro rito di appartenenza e della nevrosi del distacco: lo sfondo.
Il ristorante, luogo di ristoro, è composizione del mondo del Male e del Bene, intrecciati in un logos familiare (in un vero e proprio ‘lessico familiare’), in cui essere della famiglia è bene, non essere della famiglia è indifferenza, dis-onorare la famiglia è morte, sia per il legame sociale bene-fico, simboleggiato, per dir così, dalla perfetta composizione gastronomica e dalla squisitezza dell’ambiente, sia per i rapporti paranoidi e nevrotici che questa appartenenza ambi-valente (valente per entrambe le parti), tra Bene e Male, esalta e sacrifica infine nella figura del figlio, che è rottura del legame familiare, mortale attacco all’anima russa, increscioso incresparsi della modernità sotto le fredde acque del mondo mafioso, che accoglie tanto gli ‘amici’, quanto, letteralmente, i cadaveri, che scivolano sotto il velo dell’acqua, indirizzati dalla corrente, denudati della loro identità.
Se questo è il contesto, la storia, tra noir e tinte forti intrise di gocce di trash, ma di quello intelligente, cioè che fa intelligere, che viola volontariamente la quiete dell’intelletto per far percepire allo spettatore il sentimento (che è anche senso) della crisi umana che nella vicenda si snoda.
È moderno, il film, perché l’assassino sa di essere perduto in un mondo che non può più rifiutare, che è intriso di lui, che, letteralmente, lo ‘marchia’, lo tatua, ma su cui egli sa, come ogni tragico eroe, che ancora può intervenire, in direzioni e logiche opposte alla meta che si prefigge (‘non posso essere il re, se il re è ancora in vita’), pagando un hotel 5 stelle a chi è della ‘vecchia scuola’ e ri-componendo, in un nuovo senso, la famiglia, dando all’ostetrica la possibilità di essere madre di una figlia destinata alle acque di una affettività dai poteri, voleri e valori opposti a quelli di ‘casa Russia’.
Il dramma, raccontato dalla voce fuori campo, è infatti un dramma, se osservato dal punto di vista della giovane straniera, stuprata, uccisa dentro, e impossibilitata a non mettere al mondo una vita che è in bilico sull’inferno, ma la vera tragedia non si colloca qui, si colloca nella scelta dei superstiti, dei testimoni di una storia che può continuare come storia di vita e non di morte, solo grazie alla scelta, doppia, come in fondo tutto è doppio in questo film, dell’ostetrica e dell’assassino.
L’assassino e la donna con-dividono, letteralmente portano in sé, ognuno la metà della medaglia al dolore (tradotta in diario) della giovane ragazzina brutalizzata e della bene-fica bambina che alla fine, forse, dovrà solo pro-gettarsi in una vita nell’anti-inferno della modernità e non in quello assai più profondo e buio di un mondo che si sgretola (il mondo mafioso, con le sue regole, le sue violazioni, le sue abitazioni ed abitudini, perdute nel fiume di Cognac del figlio ‘distruttore’).
È in questo che l’assassino e la donna sono tutt’uno, è questa la Promessa dell’Assassino, e cioè il riunirsi simbolico, per pochi istanti, di due mondi separati, da cui due destini, due facce di una stessa medaglia, la vita, dipartiranno per vie diverse, proprio in quanto entrambi hanno saputo, nella figura del tempo che il film ci racconta, viaggiare insieme.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere