Giovedì 29 Settembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Limitless PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 40
ScarsoOttimo 
Scritto da Dario Carta   
venerdì 25 marzo 2011

Limitless
Titolo originale: Limitless
USA: 2011. Regia di: Neil Burger Genere: Thriller Durata: 105'
Interpreti: Bradley Cooper, Robert De Niro, Abbie Cornish, Anna Friel, Andrew Howard, Jennifer Butler, Eddie J. Fernandez, Ned Eisenberg, Brian Anthony Wilson, Cindy Katz, Darren Goldstein, Daniel Breaker, Lee M. Cunningham, Gustavo Cunha, Tom Bloom, Don Whatley, Joe Zarriello, David Adam Smith, Dave Droxler, Billy Lee, Richard Bekins, J. Center, Robert Eckard, Seth Koen, Johnny Whitworth, Robert John Burke, Tomas Arana, Patricia Kalember, T.V. Carpio
Sito web ufficiale: www.iamrogue.com/limitless
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 15/04/2011
Voto: 6
Trailer
Recensione di: Dario Carta
L'aggettivo ideale: Anfetaminico
Scarica il Pressbook del film
Limitless su Facebook

LimitlessSe si dovesse sorvolare sulla logica in equilibrio precario del lavoro di Burger,si potrebbe comunque arrivare ad una ammissione di concordato fra commedia e pop corn.
Il che è l’accertato obiettivo dell’ intento produttivo di un’industria del cinema sempre attenta a tenere ad alto regime di giri la meccanica che regola il rapporto fra reddito e mestiere tradotto nei termini di relazione fra qualità ed interessi.

“Limitless” cerca plasticamente di spiegare cosa può insorgere fra la paralisi letteraria di uno scrittore in crisi e la sua esaltazione una volta messosi fuori dai paletti in una condizione di improbabile liceità.
Eddie Morra (Bradley Cooper) è uno scrittore in crisi professionale e esistenziale ,sofferente del tipico blocco che lo inchioda alla prima pagina di un libro rimasto alla prima di copertina.
Incapace di uscire dal suo impasse,Eddie viene anche lasciato dalla sua fidanzata Lindy (Abbie Cornish),maldisposta a condividere gli espedienti quotidiani del suo uomo.
Le cose sembrano cambiare aspetto quando Eddie incontra Vernon (Johnny Whitworth),fratello della ex moglie Melissa (Anna Friel),dal quale l’uomo si vede offrire una possibilità in forma di pillola,una nuova droga chiamata NZT,dagli effetti simili all’anfetamina,ma con molto maggiore effetto sulle potenzialità intellettive.

Eddie trangugia la pillola e le sue capacità mentali si inpennano facendogli capire in un volo quello che deve fare e come deve farlo.
Terminato il libro in un soffio,imparate lingue nuove e conquistata Wall Street,Eddie si trova a gravitare l’attenzione del mogul della finanza Carl Van Loon (De Niro),che gli propone di lavorare per lui.
Ma i sintomi della dipendenza da NZT sono cattivi come il russo Gennady (Andrew Howard),losco figuro molto interessato alla nuova droga.
Burger imbastisce un thriller fantascientifico e paranoico sullo spunto percettivo di un organo umano sempre in parziale esercizio ma capace,se debitamente stimolato,di impiegare ogni sua parte anziché zone isolate.
NZT  apre l’accesso all’utilizzo cerebrale totale e il piccolo universo di Eddie si spalanca ad una conoscenza immediata e smisurata cui però il regista non fa seguire un’altrettanta ripida crescita di saggezza e immaginazione.
Il filmaker supplisce all’eccedenza di stramature del tessuto narrativo con trucchi fotogenici e senso di velocità che conferiscono all’impianto filmico una dinamica ritmica di valenza,anche se a tratti bizzarra (la sequenza delle lettere che piovono dal soffitto rimanda a “Beautiful Mind”,in un differente contesto ironico),ma necessaria a intorpidire il senso di grottesca amplificazione espositiva di cui la pellicola soffre.

Il ritmo è serrato e sicuro,a tratti artefatto,ma è voluto,la regia è astuta e il racconto pare infittito dei filatteri biblici di un richiamo al peccato originale che chiede all’uomo di assurgere ad una identità proibita.
A volte il film riassume i connotati di una parodia omiletica un poco artefatta,che trascende l’intenzione autentica di Burger di confezionare una commedia,un dramma e un fantathriller  negli stessi cento minuti.
Allora il racconto perde lo smalto e l’energia si dissipa perdendo il guizzo dell’originalità nei logaritmi di un fantasy perfino troppo lontano da Victor Fleming per spiegare se Eddie Jekyll sia colpevole o meno di omicidio.

“Limitless” è un film di facile e comodo accesso,disinvolto e del tutto indifferente a mettere on air metafore morali o risvolti etici,saldamente impiantato sulla virtuosistica versatilità del suo abile regista attento all’uso degli effetti spettacolari e su un Bradley Cooper in grado di sorreggere il passo incerto di De Niro.

 

Commenti  

 
-2 #2 nano 2011-04-25 19:13
grazie per la recensione, ma la tua scrittura non è molto comprensibile.
ciao
n.
Citazione
 
 
+8 #1 vale! 2011-03-26 09:00
Bradley Cooper ha ancora una volta dimostrato di essere un attore straordinario! Ha interpretato un ruolo difficile alla grande! Complimenti a lui in primis! :)
15 aprile tutti al cinema!
Citazione
 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere