Martedì 28 Giugno 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
nightmare-alley-728x140.jpg
Margin Call PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 4
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
giovedì 01 novembre 2012

Titolo: Margin Call
Titolo originale: Margin Call
USA: 2011. Regia di: J.C. Chandor Genere: Thriller Durata: 109'
Interpreti: Kevin Spacey, Paul Bettany, Jeremy Irons, Zachary Quinto, Penn Badgley, Simon Baker, Mary McDonnell, Demi Moore, Stanley Tucci, Aasif Mandvi, Ashley Williams, Susan Blackwell, Maria Dizzia, Jim Kirk, Al Sapienza, Jimmy Palumbo, Peter Y. Kim, Grace Gummer, Rich Campbell, Jason Denuszek, Stephen Fletcher, Kevin Keels, Kayden Kessler, Anna Kuchma, Toshiko Onizawa, Brigid Ryan, Lynn Spencer, Laura-Love Tode, Rob Tode, Naeem Uzimann, Reginald Veneziano, Steven Weisz
Sito web ufficiale: www.margincallmovie.com
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 18/05/2012
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Schietto
Scarica il Pressbook del film
Margin Call su Facebook
Mi piace

margincall_leggero.pngDistribuito dalla 01 Distribution, “Margin Call” è ora disponibile in Blu-ray e Dvd. Scritto e diretto da J.C. Chandor, il film parla del mondo dell’alta finanza.
Il taglio del personale di una imponente banca di investimenti è solo l’inizio di una serie di eventi che porteranno al crollo finanziario del 2008. L’analista Peter Sullivan completa il lavoro del suo ex capo, Eric Dale, e scopre che l’azienda è sull’orlo del fallimento.
Gli alti dirigenti si vedranno con le spalle al muro, in gioco non ci sono solo milioni di dollari, ma un tracollo economico che toccherà una miriade di persone e famiglie. Chandor mette sotto la lente d’ingrandimento le azioni e le reazioni di alcuni rappresentanti dell’alta finanza, di come questi prendono decisioni spesso con spudorato cinismo, pensando al tornaconto personale, a mantenere la poltrona e il proprio status intatti, invece di porsi responsabilmente di fronte alle conseguenze disastrose delle loro scelte, che riguardano il futuro di tutti.

Quelli delineati dal regista e sceneggiatore sono i fatti antecedenti la crisi finanziaria del 2008, che tali banchieri, dirigenti, speculatori hanno contribuito a creare, coscienti di cosa sarebbe successo se avessero agito come poi hanno fatto.
Nel film Sam Roger mostra delle reticenze su quanto John Tuld lo sta pressando a fare, mentre per quest’ultimo sono solo altre decisioni da prendere, uscendone il meno ammaccato possibile, ma sempre in piedi, contrariamente a quanti compreranno il fumo che vende.
Tutto si svolge in una notte e ciò che Chandor ha voluto sottolineare è come ogni personaggio la vive, come reagisce, ponendo un interrogativo: come si può vivere con un peso del genere sulla coscienza? Un altro aspetto su cui l’autore punta molto è il modo in cui vengono licenziati gli impiegati di una grande azienda – affrontato in modo particolare nel film “Tra le nuvole” di Jason Reitman – e quanto possa essere cinico e glaciale. Si utilizzano degli “intermediari” che si comportano come se davanti a loro avessero degli automi e non uomini e donne con sentimenti, ai quali tolgono tutto e subito.
Bella è la performance di Stanley Tucci. Nel volto di Eric Dale si legge il disorientamento per essere stato licenziato dopo 19 anni di lavoro. In pochi minuti viene sollevato dal suo incarico, disattivato il cellulare aziendale e ogni altro benefit e fatto “accomodare” fuori dall’edificio. Inoltre ha un tempo limite per accettare la liquidazione offertagli. Non si può certo negare che quando si toglie qualcosa, gli ingranaggi si muovono velocemente, quando c’è da sborsare, al contrario, si fa con lentezza.

L’intento è stato quello di mostrare come le persone corresponsabili del crollo finanziario siano persone comuni, che nonostante la loro intelligenza e abilità – pagate profumatamente – sono vittime della loro negligenza e superficialità nello stare dietro al proprio lavoro e controllare quello altrui. A pagarne le conseguenze saranno i soliti, chi più chi meno a seconda del grado che ricoprono, più in alto si sale nella piramide, più le perdite saranno minime.
La conoscenza di Wall Street, che dimostra di avere Chandor, è dovuta al padre che vi ha lavorato per 40 anni e “quindi conosco bene la gente che popola questo ambiente e soprattutto le cose e le persone di cui si preoccupano di più” spiega.
Questa conoscenza emerge dal modo in cui sono stati delineati i vari personaggi, si ha l’impressione di trovarsi di fronte a persone reali. Se da un lato si rimane sconcertati dal comportamento di taluni, dall’altro si comprende lo stato d’animo di coloro che, tutto sommato, hanno un’anima e la stanno barattando.

Significativo a tal proposito è ciò che dice Sam Roger al suo capo, nell’epilogo. Inoltre Sam è diverso dagli altri, il legame col suo cane lo rende diverso. Quando lo incontriamo per la prima volta si sta asciugando le lacrime per l’imminente perdita e sarà colui che solleverà le questioni morali della intera faccenda.
È una storia che parla di esseri umani e di errori commessi, non di Wall Street come causa di tutti i mali.
Dopo i primi minuti in cui non si capisce ancora dove si vuol andare a parare e si usano termini ostici, si rimane poco a poco catturati da questa corsa contro il tempo, dove i personaggi sono sempre in primo piano.
In “Margin Call” traspare la sapienza e la passione con cui è stato realizzato, è un film che merita.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere