HOME arrow HOME VIDEO: arrow Thriller arrow Motorrad (Blu Ray)
Mercoledì 17 Luglio 2019
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Motorrad (Blu Ray) PDF Stampa E-mail
Scritto da Luca Orsatti   
sabato 26 gennaio 2019

Titolo: Motorrad
Titolo originale: Motorrad
Caratteristiche del Blu Ray in vendita dal 17 Gennaio 2019.

Film
Dopo aver rubato con la complicità di una ragazza, da uno sfasciacarrozze, un carburatore per la sua moto damotorrad_blu_ray.jpg cross, Hugo (Guilherme Prates) si unisce al fratello ed altri quattro amici per una escursione nella catena montuosa brasiliana. Dopo avere oltrepassato un confine delimitato da pietre, i ragazzi incontrano Bia (Juliana Lohmann) la giovane che aveva aiutato Hugo con il carburatore, che presto si aggiunge al gruppo. Improvvisamente, sperduti nel nulla, i ragazzi vengono aggrediti da quattro motociclisti armati di machete.... Thriller brasiliano che inizia lentamente, tra silenzi prolungati e successive emozionanti scenografie naturali caratterizzate da strapiombi sul mare, cascate e viste panoramiche mozzafiato. Improvvisamente la storia prende la piega del thriller, con la presenza di quattro inquietanti figure di motociclisti nerovestiti, con casco e muniti di machete che, senza ragione alcuna, prendono di mira i sette ragazzi. Tra inseguimenti, scontri, fughe e tentativi di difesa il cineasta brasiliano Vicente Amorim realizza un piccolo saggio della tensione, avvantaggiato dalle stupende location e da un cast decisamente in parte. Gli efferati delitti, veloci ma messi in scena con estrema verosimiglianza contribuiscono a delineare un taglio quasi onirico alle azioni dei quattro assassini, il cui concept deriva dal lavoro del bravo fumettista Danilo Beyruth. Pur essendo Motorrad film attinente alla violenza più illogica e pertanto realistica, l'atmosfera che aleggia sui protagonisti sembra derivare da una concezione del Male quasi mistica, facendo del look dei motociclisti sanguinari un icona del terrore che rimanda, in parte grazie anche all'uso della macchina da presa e dallo sviluppo ralenty dell'intera vicenda, inevitabilmente a figure dell'horror tipo i "resuscitati ciechi", qui alla guida di moto invece che cavalli, o agli zombi subacquei de "L'occhio nel triangolo" per la loro spettrale presenza in campo lungo, a comparsa inattesa su sfondo naturale. Un film a suo modo originale, reso particolarmente interessante da un uso appropriato del mezzo da parte del regista Amorim, supportato anche da una fotografia che, nonostante l'ambientazione solare, conferisce un taglio crepuscolare, a causa di una sottoesposizione delle immagini, con predominanza di tonalità chiaroscure e grigie.

Video
Il film disribuito da Koch Media per l'etichetta Midnight Factory viene presentato nel formato 2,35:1 con codifica a 1080 p. La confezione come consuetudine per Koch Media è una bella Slipcase contenente l'amaray con il film. Gradevole esteticamente l'artwork interno. Inoltre troviamo un interessante booklet di dodici pagine con relative immagini che parla del film, realizzato da Manlio Gomarasca e Davide Pulici per Nocturno Cinema. Ci troviamo davanti a un quadro video molto particolare perchè presenta una palette cromatica desaturata. Queta singolare situazione tende a spegnere i colori più esuberanti rendendo l'aspetto generale della fotografia un'insieme omogeneo che vira verso il grigio chiaro. Si può supporre che questa scelta stilistica, ben precisa, sia stata fatta per mettere in risalto l'ambiente assolato e polveroso in cui si svolge la storia. Per tutta la durata del film, grazie anche a un Bitrate medio molto corposo, il livello di dettaglio nei primi e secondi piani è sempre elevato riuscendo a restituire un sacco di informazioni durante la visione. I colori e le tonalità della carne sono resi al meglio e i livelli di nero e di contrasto risultano perfetti. Per concludere, il Blu Ray per caratteristiche video è un buon prodotto, fedele alla visione stilistica voluta da Vicente Amorim ....

Audio
Ottimo il comparto audio, che svolgere in modo impeccabile il suo lavoro. Troviamo due tracce lossless in formato 5.1 DTS HD sia per la lingua originale che per il doppiaggio italiano di ottima fattura e anche in questo caso con una cura particolare per i dialoghi, resi sempre in modo preciso. La qualità sonora è ottima e l'uso dei canali surround nei momenti più concitati e nei lunghi inseguimenti del film è reso al meglio creando un perfetto effetto d'ambienza avvolgente. L'uso del Subwoofer è bilanciato e mai preponderante, intervenendo solo nei momenti più opportuni.
Da rimarcare il canale centrale sempre presente che regala dialoghi cristallini, abbinato ad un effetto di ambienza discreto e coinvolgente.

Extra
Comparto extra purtroppo assente, troviamo il solo trailer.

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
SeedingUp | Digital Content Marketing
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere