HOME arrow HOME VIDEO: arrow Thriller arrow Picnic ad Hanging Rock (Blu Ray)
Domenica 25 Ottobre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Picnic ad Hanging Rock (Blu Ray) PDF Stampa E-mail
Scritto da Davide Sorghini   
mercoledì 20 febbraio 2019

Titolo: Picnic ad Hanging Rock
Titolo originale: Picnic at Hanging Rock
Caratteristiche del Blu Ray in vendita dal 14 Febbraio 2019.

Film
Dispiace, e in parte anche sorprende, che questa non sia una storia vera. Infatti noi, ormai avvezzi, benché non delpicnic_ad_hanging_rock_blu_ray.jpeg tutto assuefatti, ai casi di persone scomparse nel nulla, siamo inclini a pensare che l'inspiegabilità pura e la totale assenza di tracce tangibili si addicano soltanto ai misteri reali. Le inchieste televisive ci hanno abituati a cercare nei diari segreti, nelle oscure premonizioni, nelle presunte doppie vite, gli unici indizi su cui basare un'indagine che assomiglia sempre più ad una speculazione fantastica. Il romanzo di Joan Lindsay riproduce al meglio quell'atmosfera, al contempo impenetrabile e seducente, che circonda l'enigma dell'improvvisa sparizione, dell'immaginario buco nero che inghiotte, in pieno giorno, e al culmine della gioventù, dell'allegria, della bellezza, tante vite che sembravano indirizzate verso ben altra sorte. Il film asseconda splendidamente il libro nel far leva sulla nostra vena esoterica, che, come nella luminosità soffusa di un quadro impressionista, fa idealmente sfumare la radiosa malia della grazia fanciullesca nell'inquietante ombra della magia nera. La montagna scura, di origine vulcanica, che sinistramente domina il racconto, ricorda da vicino i luoghi dei sacrifici umani delle culture precolombiane, in cui la presenza della divinità prima obnubilava le menti delle vittime, e poi le induceva ad immolarsi. In questa vicenda, il nulla esercita un magnetismo ipnotico, che, senza alcuna motivazione razionale, progressivamente risucchia la realtà dell'Appleyard College. La crudele volontà di un voracissimo moloc si abbatte sulla tintinnante vivacità di un istituto femminile, su quel mondo, ancora ottocentesco, adornato di merletti, fiori e porcellane, che ha il sapore discreto e un po' stucchevole di un dolce meringato e di una gelatina alla frutta. La morte, improvvisamente, diventa una forza irresistibile, che dissolve quella patina rosata e zuccherina, per mettere a nudo la durezza della vita vera. La collocazione agreste ed isolata del collegio non lo preserva dalla longa manus del destino: una minaccia dall'origine sconosciuta che, ad un tratto, giunge in quel posto tranquillo ed esclusivo a sfogare la sua gratuita spietatezza, ed è, forse, a sua volta, solo il presagio dell'avvento di un secolo funesto, dispensatore di inimmaginabili sventure, che non risparmieranno niente e nessuno. Picnic ad Hanging Rock è il sensibilissimo ritratto metaforico della fine di tutti sogni, che avviene sempre senza preavviso, perché la nebbia del dormiveglia è solo un fugace istante, che, per un secondo, acuisce l'illusione, prima di farla rudemente precipitare col sordo tonfo del risveglio....

Video
Il film disribuito da Koch Media per l'etichetta Midnight Factory viene presentato nel formato 1,78:1 con codifica a 1080 p. La confezione, come consuetudine per Koch Media, è una bella Slipcase contenente l'amaray con il film. Esteticamente intrigante l'artwork interno realizzato con grande cura. Inoltre troviamo un interessante booklet fotografico con immagini tratte dal film. Il lavoro svolto dai tecnici in fase di encoding è di ottima fattura e ci permette di ottenere un quadro video estremamente soddisfacente. Il livello di dettaglio e di luminosità sono eccelenti e questi due importanti fattori permettono durante la visione di cogliere una moltitudine di dettagli anche fini. Il tutto grazie anche a un Bitrate medio che si attesta sui 19 Mbps. I colori e le tonalità degli incarnati sono resi al meglio e i livelli di nero e di contrasto risultano ottimi. Anche il rumore di fondo e una certa granulosità dovuta al filmato originale in 35 mm risultano contenuti e decisamente piacevoli alla vista. Un ottimo Blu Ray capace di riservare una seconda giovinezza a un capolavoro del 1975...

Audio
Soddisfacente il comparto audio. Troviamo due tracce lossless in formato 5.1 DTS HD per la lingua originale e un più semplice 2.0 DTS-HD per il doppiaggio italiano. La qualità sonora della traccia in lingua originale è ottima, pulita e dalla buona dinamica. Interessante l'uso dei canali surround nel ricreare la giusta tensione e nel riproporre la sublime colonna sonora creata da Gheorghe Zamfir. L'uso del Subwoofer risulta bilanciato e mai preponderante, intervenendo solo nei momenti più opportuni. La traccia in Italiano risulta discreta ma non paragonabile all'originale se pur dignitosa. Da rimarcare il canale centrale sempre presente che regala dialoghi cristallini.

Extra
Comparto extra estremamente ricco e interessante con oltre due ore e mezza di materiale da visionare.
Oltre al booklet fotografico troviamo il lungo ed esaustivo Making of "A dream with Dream" (1.53.08’), la featurette "1900 – A Recollection" (25.54′) e le "Scene eliminate dalla Director’s Cut” da Peter Weir (11,50′, in italiano).

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere