Giovedì 6 Ottobre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Rendition PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Dario Carta   
domenica 15 giugno 2008

Rendition
Titolo originale: Rendition
USA, Sud Africa: 2007 Regia di: Gavin Hood Genere: Thriller Durata: 120'
Interpreti: Reese Witherspoon, Jake Gyllenhaal, Meryl Streep, Alan Arkin, Skylar T. Adams, Robert Clotworthy, Coco d'Este, David Fabrizio, Bob Gunton, Bob Gunton
Sito web: www.newline.com/properties/rendition
Nelle sale dal: 29/02/2008
Voto: 7
Recensione di: Dario Carta
Roma Film Festival 2007

rendition_leggero.jpg"Rendition" o "Extraordinary Rendition",è un termine che definisce un'azione extragiudiziale,che comporta il trasferimento coatto e legalmente discusso,di sospetti terroristi,da un Paese ad un altro,allo scopo di subire interrogatori.
L'aspetto legale della pratica,è controverso e soggetto alle attenzioni di tutti i Governi del pianeta,perfettamente a conoscienza,questi,della discutibilità del processo,sebbene criticabile sotto ogni aspetto,primo fra tutti quello umano.
Le "Extraordinary Renditions",o "consegne straordinarie",sono abitualmente trattate dai Servizi Segreti USA,in particolare dalla CIA,con l'obiettivo di controllare la minaccia terroristica dopo l' 11 settembre 2001.
L'ingegnere egiziano Anwar El Ibrahim (Omar Metwally),residente in America,viene prelevato in segreto ed interrogato al suo ritorno in volo,dal Sud Africa a Washington D.C.
La spy story che segue,è una vicenda ricca di risvolti e spunti per riflessioni di estrema attualità. In un avvicendarsi di fatti che intrecciano una trama affascinante,si alternano orrori ed interessi politici e governativi,amori ed inquietudini,tessuti in un filo che ha per anima l'esecrabile procedura del rapimento,resa ancor più stomachevole e contradditoria, da una pretesa ragione di difesa nazionale.
Il film è molto bello e scorrevole,con sfumature ed aspetti ben coordinati fra loro.
L'orrore del rifiuto dei diritti umani,si mescola ad una narrazione di una quotidiana vicenda di amore,e traspare nel racconto,in antitesi all'angoscia che racconta lo strazio delle vite umane.
Così,gli abbracci di tenerezza fra due giovani musulmani alternano le immagini di torture inflitte all'ingegnere chimico sospettato di connivenza con il filone terroristico,sotto lo sguardo inorridito del giovane ed inesperto ufficiale americano incaricato di seguire le indagini,Douglas Freeman (Jake Gyllenhaal),forzato testimone degli accadimenti.
Come in "Syriana",(2005,George Clooney),vengono messe sul tavolo la carte dell'inquieta situazione mediorientale,con l'attenta e sapiente regia imparziale di Gavin Hood,a cui preme più evidenziare una dolorosa ferita nel fianco della dignità umana,piuttosto che premere tasti o puntare indici.
Il film aprì nei cinema USA solo una settimana dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti respinse la richiesta di riesaminare il caso dell"interrogatorio ad oltranza" di Khaled Masri.
Masri,cittadino tedesco di origini libanesi,stava trascorrendo le sue vacanze in Macedonia,nel 2003,quando fu prelevato in forza dalla CIA,trasportato segretamente in Afghanistan e torturato,secondo le fonti del suo legale,per cinque mesi.
Quando si scoprì che non era la persona giusta,fu bendato ed abbandonato nella campagna albanese,senza soldi e documenti.
In Italia,nel febbraio del 2003,l'Egiziano Abu Omar,fu letteralmente rapito da ventisei uomini della CIA,con la complicità dei Servizi italiani del SISMI.
Il caso giudiziario che ne seguì,non portò lustro all'immagine della Giustizia del nostro Paese.
In altri Paesi dell'UE,sono in corso in corso inchieste giudiziarie legate ai casi di "consegne straordinarie".
"Rendition",legge una denuncia sociale di una nefandezza nascosta fra le righe della legalità,conosciuta,seppur giudiziariamente non lecita in quanto riconducibile al crimine di rapimento di cittadini stranieri allo scopo di estorcere dalla vittima una verità,sotto tortura.
Pochi mesi prima dell'uscita nelle sale USA del film,un'altra pellicola veniva presentata al Locarno Film Festival,l'8 Agosto 2007,e ad Edinburgo il 21 Agosto:"Extraordinary Rendition",di Jim Threapleton,con Andy Serkis (il Gollum di Lord of the Ring),con una plot outline riconducibile a "Rendition".
Scrive di "detenzione illegale" il Los Angeles Time:"...il cast è costituito da stelle così brillanti,da poter essere scambiato per il cielo delle notti in Wyoming...".
"Ma due performances raggiungono l'apice,-scrive il New York Magazine-:l'aguzzino Igal Naor (attore israeliano) è stupefacente come possa trasmettere la sensazione di poter divorare il cranio dei suoi prigionieri e tornare a casa subito dopo e dormire in pace.....E,naturalmente,Meryl Streep,come si proponga sorniona e sopra le righe all'inizio e,quando in seguito sfidata sul suo campo,si trasformi in una glaciale esecutrice....."
Un bellissimo film,crudo e spietato nel mettere in piazza scomode realtà,oggetto di rifiuto,ma paventate.
Angoscioso ed inquietante ma scorrevole ed ineccepibile come sceneggiatura e regia,il film trascina lo spettatore nella corrente degli eventi senza concedere respiro,fino alla fine,ove tragedia e lacrime coprono la dolorosa miseria umana,senza dare apparente luce a speranza,pace e riposo.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere