HOME arrow Fantascienza arrow State of Play
Venerdì 2 Dicembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
State of Play PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 4
ScarsoOttimo 
Scritto da Dario Carta   
venerdì 01 maggio 2009

State of Play
Titolo originale: State of Play
USA: 2009 Regia di: Kevin Macdonald Genere: Thriller Durata: 125'
Interpreti: Russell Crowe, Rachel McAdams, Ben Affleck, Katy Mixon, Jason Bateman, Robin Wright Penn, Jeff Daniels, Helen Mirren, Viola Davis, Maria Thayer
Sito web: www.stateofplaymovie.net
Nelle sale dal: 30/04/2009
Voto: 6,5
Trailer
Scarica ora State of Play con eMule Official - per velocizzare il download usa Speed Downloading!
Recensione di: Dario Carta

stateofplay_leggero.jpegPolitica e giornalismo si confrontano in questo thriller ambientato nei corridoi del potere di Washington e che vede Cal McAffrey (Russell Crowe),ostinato e veterano reporter alle prese con un caso che coinvolge molti nomi illustri del panorama politico americano.
Amico di Stephen Collins (Ben Affleck),ambizioso deputato in primo piano tra i rappresentanti del Congresso Nazonale,McAffrey,con la sua giovane collega,dovrà affrontare il caso dell'omicidio dell'assistente di Collins,il quale non resterà estraneo ai fatti e scoprirà intrighi e scandali che coinvolgono i nomi delle più importanti personalità politiche del Paese.

Il film prende vita da un adattamento ad una serie televisiva di 6 ore,trasmessa dalla BBC nel 2003. La collaborazione fra l'ideatore della storia originale inglese,Paul Abbott e il produttore Andrew Hauptman ha portato alla realizzazione dello script della pellicola,spostando l'azione nel cuore del potere politico americano,centro e fulcro del Governo,Washington DC,riuscendo a plasmare il complesso materiale originale in una pellicola che condensasse la storia in sole due ore senza che la trasposizione alterasse la qualità della serie originale. Nella versione del grande schermo lo spettatore ha la possibilità di penetrare il tagliente ambiente che caratterizza una redazione televisiva e di vivere le realtà che conducono alla creazione di una testata giornalistica,partendo dalle fonti,dalle notizie,le relative verifiche sulla attendibilità e tutto ciò che implica l'informazione.
Prendendo spunto da una storia che descrive la dinamica che si sviluppa attorno al sofisticato equilibrio che regola le realtà politiche e mediatiche,implicazioni spionistiche e conflitti umani,il regista del film,Kevin McDonald riesce a condensare le sei ore televisive nelle due del film,modificando la vicenda e dandole il respiro del cinema.
"State of Play" racconta di come Cal McAffrey possa essere l'ultimo dei reporter di stampo tradizionale,ossessivo nella sua ricerca di quello che considera la verità,il giornalista determinato che sopravvive ad una condizione che vede il mondo dell'informazione cambiare ed avviarsi alla sua fine,nei termini che Cal conosce e nel quale è cresciuto.
Il confronto con la sua collega Della Frye consente di assistere alla competizione di una scuola di stampo tradizionale con la nuova corrente di cui il giornalismo,nei suoi termini generalizzati,trae vita,l'approccio all'informazione immediata,in tempo reale,l'identificazione della natura del blogger come fonte primaria ed,oggi come oggi,insostituibile.
Ma nonostante l'appartenenza dei due colleghi a mondi di diversa impostazione professionale,il loro interesse è accomunato dal desiderio di scrivere buone storie.
Della ha familiarità con il mondo informatico e sfrutta la possibilità che la tecnologia le mette a disposizione.
Cal entra in trincea ed,alla vecchia maniera si considera uno che usa le mani per affrontare l'indagine.
Ma al di sopra di questi aspetti,si vede la collaborazione tra un uomo maturo ed una giovane donna che lavorano nel solido equilibrio che si crea fra mentore ed allievo.
McAffrey è un coraggioso professionista,burbero ed astuto,solidamente aggrappato al suo mestiere nell'aspetto più conforme alla tradizione di cui,però,ha sentore stia ssistendo al declino ed alla trasformazione.
Vecchi lupo di mare,navigato e disilluso,McAffrey incarna il personaggio che respira la realtà contradditoria che la stampa riassume nella osservanza della nozione di obiettività.
Una relazione fra i concetti di ambiguità ed imparzialità che implica il coinvolgimento personale del giornalista con il caso in esame.

L'obiettività del giornale di fronte agli argomenti trattati viene messo in discussione e tradotta in un'antitesi che coinvolge il lato umano del reporter stesso,su cui il film pone l'accento.
La devozione al concetto di diritto all'informazione conduce il giornalista ad un coinvolgimento emotivo e una dedizione totale che non riesce a lasciare indifferente l'indole e la passione dell'autore,che resta implicato,per definizione, in ciò che scrive,con tutte le conseguenze che questo possa comportare.
Quindi McAffrey non è libero al cento per cento da intimi moti emozionali,perchè è coinvolto nell'indagine su un suo amico e questo non può significare elevarsi al di sopra dei fatti e limitarsi alla descrizione o ricerca in senso asettico degli eventi.
Cal è un uomo e come tale insegue le sue emozioni,ne è trascinato o comunque ci convive e,bene o male,attinge da esse per eseguire con coscienza il proprio lavoro.
Senza traccia di eroismo da salvaguardare,Cal sente di portare avanti l'indagine con sentimento ed emozione e questo comporta una sorta di alterazione dell'oggettività.
In aggiunta,Cal è legato da una annosa amicizia a Stephen Collins e da una relazione con sua moglie.
Lo smarrimento che deriva dal senso di colpa che Cal nutre per questa ambigua situazione lo porta a spostare la prospettiva dalla parte degli amici e a voler tentare il possibile per dimostrare l'innocenza di Stephen,anche se il suo istinto professionale lo trascina violentemente verso il cinismo che la sua stessa attività gli ha impresso nel carattere.
La sua amicizia con Collins è basata sulla complessità della natura morale dei due uomini.
Collins è un deputato in forte ascesa al potere,potenziale candidato alla Presidenza,ambizioso e ricco di talento politico,con un futuro invidiabile e impegnato sul fronte delle indagini sui vizi del Dipartimento della Difesa.
La sua condizione professionale non salva la sua vita privata,lacerata da un matrimonio fallito e dalla relazione clandestina con una donna che viene assassinata.
Abile manovratore,Collins appartiene ad un mondo che usa le persone ed i loro favori per il proprio tornaconto,in un altalenarsi di concessioni e restituzioni di appoggi beneficiari.
Parimenti,il mondo della stampa,cui Cal appartiene,è preda della smania della competitività e l'ansia per l'esclusiva conduce alla folle ricerca di fonti cui attingere,anche qui,per l'interesse di tutte le parti in gioco.
"State of Play" è un progetto che porta in sè un certo fascino.
Solo apparentemente thriller politico,nella sua realtà racconta il mondo di una professione che si sta trasfigurando.
La storia di due reporter di diversa età e differente impostazione è immagine di una realtà ove è forte la contrapposizione fra il vecchio e il nuovo,per quanto le due figure si armonizzino a dare una raffigurazione della completezza dell'informazione.
In questo scenario è calata una vicenda noir che scivola nel sordido del tradimento,nella frustrazione del fallimento,si dibatte nell'ansia dell'ambizione,precipita nell'omicidio e racconta,nella sua essenzialità,delle storie di uomini.

Con un un evidente e dichiarato (dal regista) ossequio a "Tutti gli uomini del Presidente" di Alan Pakula,"State of Play" è molto attento alla descrizione della metamorfosi di una realtà lavorativa.
Insieme alla trasformazione del giornalismo di tipo tradizionale McDonald vuole mostrare quanto rilevante sia la riduzione della tiratura dei giornali americani stampati su carta,un fenomeno di recessione produttiva che si riscontra in ogni angolo del Pianeta,dove l'informazione su foglio sta cedendo il passo all'accesso on-line alla notizia,segnale di una tecnologia che,anche nel campo mediatico,sta stravolgendo una realtà tradizionale che, forse più di altre,soffre di questa trasmutazione.
Le realtà editoriali riassumono un significativo aspetto del contesto evolutivo sociale.
Ogni scritto,che sia su libro o su foglio di qualsiasi formato ricapitola in sè il valore di decine e decine di generazioni che hanno affidato la propria identità culturale,politica ed esistenziale su un supporto con la funzione di essere sfogliato,esaminato e consultato.
Si assiste ad un ineluttabile declino di quanto ha sempre rappresentato il riscontro dello sviluppo culturale di una società che ha sempre consegnato il proprio sapere e la propria formazione unitaria a fogli che riportano leggi,notizie,cronache,racconti o qualsiasi espressione della conoscenza e della ricerca umana.
"Lo strillone",la figura del venditore del giornale sulle strade,che grida la notizia primaria ed irrinunciabile,è un'immagine di un'era che si è già spenta,ma che sembra continuare a perdere il proprio contorno anche nelle realtà che sembravano essere le più solide.
La trasformazione del mondo editoriale lascerà posto a qualcosa d'altro,meno tattile e tangibile,forse adimensionalizzato,ma sarà comunque simbolo del cambiamento dei tempi,dell'evolversi delle aspirazioni umane,e toccherà ogni aspetto dell'attività dell'uomo,unico ed imprescindibile motore per produrre quell'energia che porterà sempre con sè il confronto di un McAffrey con una Della,come simbolo di un passaggio di epoche che avranno sempre l'Uomo come unico protagonista della storia ed artefice del proprio lavoro comunque questo si possa evolvere.
Simbolico.

Accedi con eMule Official alla lista di tutti i film che vuoi scaricare gratis e usa Speed Downloading per velocizzare tutto!

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere