Mercoledì 28 Settembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Suspect Zero PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Max Morini   
lunedì 22 gennaio 2007

Suspect Zero
USA: 2004. Regia di: E. Elias Merhige Genere: Thriller Durata: 100'
Interpreti: Aaron Eckhart, Ben Kingsley, Carrie-Anne Moss, Harry Lennix, Nicole DeHuff
Recensione di: Max Morini

suspectzero.jpgProbabilmente quando lo spettatore legge la parola "thriller" dopo il titolo di un film made in Hollywood sa già cosa lo aspetta: narrazione a scatole cinesi, colpo di scena finale, atmosfere notturne, luci drammatiche, Denzel Washington come protagonista o se va bene Ashley Judd accompagnata da un black più barzotto tipo Morgan Freedan e da un bianco giovane e belloccio. Tutto molto bello, come diceva Bruno Pizzul, ma, ahimè, anche tutto già visto. "Suspect Zero" cerca di abbandonare il "già visto" per i più nobili percorsi del "mai visto", raccontandoci di un serial killer per niente seriale ma invece assolutamente random che si muove in lungo e in largo per gli Stati Uniti senza nessun modus operandi e di agenti ed ex-agenti del Fbi alle prese con capacità extrasensoriali e "remote viewing". Così dal "mai visto" ci troviamo addirittura dentro ad un "troppo visto", sia nel senso anatomico che in quello narrativo, fra occhi (delle vittime) fuoriusciti dalle orbite, occhi simbolici e occhi mentali che permettono al "buono" Thomas Mackelway di rincorrere il "cattivo" Benjamin O'Ryan o forse meglio a tutti e due di rincorrersi e di rincorrere insieme la loro Preda per arrivare al risolutivo finale. Anche questo "tutto molto bello" (a proposito, nella sceneggiatura c'è lo zampino di Zak Penn a cui non perdono di aver contribuito alla nefasta bruttezza di "Elektra"), se non fosse che il giovane E. Elias Merhige si dimentica di essere stato un enfant prodige (partito come il nuovo David Lynch con "Begotten", passato ai videoclip di Marylin Manson ed arrivato ad Hollywood grazie a Nicholas Cage con "L'ombra del vampiro") e ce la mette tutta per rimanere al di sotto della sua fama, cincischiando per quasi due ore con il famoso "thrill" che dovrebbe tenere inchiodato alla poltrona lo spettatore e che invece non prende mai il volo. Anzi, per essere sinceri, nel corso della proiezione la poltrona a volte viene voglia invece di abbandonarla, forse sarà anche per il faccione eternamente attonito e alle prese con l'emicrania di Aaron Eckhart ("Nella società degli uomini", "Erin Brockovich") e per una Carrie Ann Moss che senza gli inguainamenti e gli effetti speciali di Matrix perde tutto il suo fascino, mentre Ben Kingsley almeno fa il suo dovere di grande attore. Sospinti dal titolo del film giochiamo con i numeri e diamo a "Suspect Zero" un bel 6 di sufficienza, lasciandoci il sospetto (e il rammarico) che con una produzione più ispirata forse gli avremmo concesso molto di più.
Chissà, forse anche di più che a un thriller con Denzel Washington.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere