HOME arrow Recensioni Blu Ray arrow Thriller arrow The invitation (Blu Ray)
Venerdì 22 Settembre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
The invitation (Blu Ray) PDF Stampa E-mail
Scritto da Davide Sorghini   
venerdì 05 agosto 2016

Titolo: The invitation
Titolo originale: The invitation
Caratteristiche del Blu Ray in vendita dal 21 Luglio 2016.

Film
Will ed Eden un tempo si amavano: dopo aver perso tragicamente il loro figlio, Eden è scomparsa, per poithe_invitation_blu_ray_leggero.png ripresentarsi con un nuovo marito, intenzionata a riallacciare i rapporti con Will. Durante una cena in una casa che una volta era sua, Will si convince che Eden e i suoi nuovi amici stiano architettando un misterioso piano....
"The Invitation" è produzione indipendente del 2015, uscita negli USA come video on demand. Il film nonostante la distribuzione fuori dalle sale ha ottenuto un ottimo successo di pubblico e il motivo non manca di certo perchè è uno psycho thriller coi fiocchi.
La regista Karyn Kusama decide di abbandonare la vecchia strada intrapresa con la realizzazione di "Jennifer’s Body", film non particolarmente riuscito, e di gettarsi in un thriller d'atmosfera, molto raffinato. The Invitation è un film sobrio che ci cala in modo fluido dal punto di vista del protagonista, nel suo viaggio nella paranoia e nel delirio. C’è pochissima azione, ma la tensione è altissima.
Il film si svolge all'interno di una casa, l'atmosfera che si respira fin da subito è molto strana e sono proprio i vari legami tra i personaggi a creare una tensione crescente: le loro scoperte, i loro segreti, le loro motivazioni svelate un passo alla volta. E i conti non devono sempre tornare. Si ha fin da subito la sensazione che qualcosa non funziona, che ciò che sta succedendo non sia logico e anche il protagonista che partecipa a questa rimpatriata si rende conto di quanto sia strano e illogico il tutto. Per tutta la durata del film vengono sparsi in modo egregio potenziali indizi e false piste. Parole, oggetti e luoghi diventano parti di un puzzle che lo spettatore deve ricomporre fino all'epilogo finale.
Il regista riesce a far percepire allo spettatore il senso di disagio e sospetto perché ci posiziona dal punto di vista del protagonista. Assieme a Will riusciamo a notare i dettagli fuori posto, a dubitare con lui; e sempre con lui ci sentiamo vittime della paranoia, del dolore e dei ricordi che riaffiorano col passare del tempo.
Il film tratta lo scomodo tema del lutto e della sua rielaborazione, attraverso gli occhi e la mente di chi lo subisce; è una perdita che genera mostri, e i mostri tornano dal passato per invadere il presente.
Perché il dolore è sicuramente un problema controverso per la società occidentale, la cui opulenza non può cancellare l’ineluttabile: la morte, non solo la nostra, ma anche quella dei nostri cari.
Il regista cerca di mettere in discussione l’onestà del processo di guarigione di chi è sopravvissuto a un tragico evento, ponendo domande scomode, a cui non pretende di dare risposte ma lasciando tutto in mano allo spettatore.
Il risultato è un "piccolo" grande film, particolarmente azzeccato e arguto. Consigliatissimo!

Video
Il film edito da Koch Media per la nuova etichetta Midnight Factory viene presentato nel formato 2,39:1 con codifica a 1080 p. La confezione come consuetudine per Koch Media è una bella Slipcase contenente l'amaray con il film. Perticolarmente intrigante l'artwork interno, dove troviamo volti e immagini fuori fuoco e il volto di Will perfettamente a fuoco. Inoltre troviamo un interessante booklet di sei pagine con relative immagini che parla del film, realizzato da Manlio Gomarasca e Davide Pulici per Nocturno Cinema
Girato completamente in digitale, il film  è stato ritoccato in post produzione aggiungendo una colorazione rossa e gialla per tutte le sequenze in interni, atto a creare un clima particolarmente caldo e inquietante. La selta di una paletta dei colori virante al caldo della regista è una precisa strategia per mettere in contrapposizione i colori azzuri e grigi dei ricordi di Will. Il film si attesta su un Bitrate medio di 28 Mbps ma nonostante questo la qualità complessiva non è particolarmente elevata restituendo un'immagine fin troppo morbida e poco risoluta. Tutto questo fa pensare a una precisa scelta per creare un ambiente visivo e emotivo, particolarmente opprimente e senza via di uscita. Nelle scene più buie il livello del nero tende ad inglobare alcuni dettagli e la presenza di una fine grana digitale ci accompagna per tutta la durata del film. Detto questo la visione è talmente coinvolgente che fa passare in secondo piano le piccole imperfezioni. Un Blu Ray che non può considerarsi un "riferimento" ma che svolge in modo onesto il proprio lavoro....

Audio
Interessante il comparto audio, corposo e ricco di sfumature. Troviamo due tracce audio lossless in formato 5.1 DTS HD sia per la lingua originale che per il doppiaggio italiano di notevole impatto e, con una cura particolare per i dialoghi, resi sempre in modo preciso anche nelle scene concitate, dove tutto risulta chiaro.
Anche in questo caso un dettaglio estremamente importante se consideriamo che i dialoghi nel contesto della staria sono un elemento essenziale.
La qualità sonora è notevole e l'uso dei canali surround è ottimamente realizzato, creando un perfetto campo sonoro che avvolge lo spettatore. L'uso del Subwoofer è molto parco e mai invasivo, intervenendo solo nei "rari" momenti che ne richiedono l'uso.
Da rimarcare il canale centrale sempre presente che regala oltre a dialoghi cristallini alcuni effetti di ambienza cinvolgenti e ben riusciti.

Extra
Sufficiente il comparto degli extra dove troviamo oltre al solito trailer un interessante "Dietro le quinte" della durata di dieci minuti dove, regista, produttori e attori ci parlano del film e dei vari personaggi.
La regista, inoltre, ci parla di come ha avuto l'idea per il film e il messaggio che il film vuole offrire. Ci saremmo aspettati di più!

Dietro le quinte (10,00)
Trailer Italiano
Crediti

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere