Domenica 14 Agosto 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
nightmare-alley-728x140.jpg
Unknown - Senza identità PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 63
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
lunedì 28 febbraio 2011

Unknown - Senza identità
Titolo originale: Unknown
USA, Gran Bretagna, Francia, Germania: 2011. Regia di: Jaume Collet-Serra Genere: Thriller Durata: 113'
Interpreti:  Liam Neeson, Diane Kruger, January Jones, Aidan Quinn, Bruno Ganz, Frank Langella, Sebastian Koch, Karl Markovics, Sanny Van Heteren, Mido Hamada, Stipe Erceg, Clint Dyer, Michael Baral, Olivier Schneider, Adnan Maral, Wolfgang Stegemann, Petra Hartung, Eva Löbau, Rainer Sellien, Torsten Michaelis, Charlie Gardner, Herbert Olschok, Oskar Schieferstein, Oliver Stolz, Helen Wiebensohn, Sebastian Stielke
Sito web ufficiale: www.unknownmovie.warnerbros.com
Sito web italiano: wwws.warnerbros.it/unknown/index
Nelle sale dal: 25/02/2011
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Carambolico
Scarica il Pressbook del film
Unknown - Senza identità su Facebook

Unknown“Unknown – Senza Identità” è diretto da Jaume Collet-Serra, per la sceneggiatura di Oliver Butcher & Steve Cornwell, che hanno adattato il romanzo “Out of My Head” di Didier van Cauwelaert.
Il film è un thriller spionistico che racconta la storia del Dott. Martin Harris, recatosi a Berlino con la moglie Liz per partecipare a un convegno sulla biotecnologia.
Arrivato in albergo Martin si rende conto di aver lasciato la ventiquattrore all’aeroporto.
Prende un taxi, ma viene coinvolto in un incidente stradale che gli fa perdere i sensi per quattro giorni.
Al suo risveglio la prima cosa a cui pensa è contattare Liz, ma quando si reca in albergo la moglie non sa chi sia, per lei è un perfetto estraneo e in più qualcun’altro si presenta come Martin Harris.
L’uomo non crede ai suoi occhi, vuole scoprire la verità: lui è Martin Harris o l’incidente gli fatto perdere la memoria di chi sia realmente?
In una carambola di avvenimenti che lo vedranno inseguito da sicari pronti a ucciderlo, l’aiuto verrà proprio da Gina, la tassista che lo ha salvato.

In “Unknown – Senza Identità” l’intento del regista è stato quello di creare un personaggio che trascinasse lo spettatore nella propria mente, facendolo partecipe della sua confusione in un viaggio tortuoso, alla fine del quale scopriranno la verità entrambi nello stesso istante.
Gli occhi di Martin raffigurano quelli dello spettatore, che come lui non sa cosa aspettarsi, ma col quale entra subito in empatia e parteggia per lui. Il desiderio comune è quello di scoprire cosa ci sia dietro quest’ordito pieno di intrecci ai suoi danni.
Le domande che si pone Martin vengono poste allo spettatore: cosa faresti se non potessi dimostrare la tua identità e neanche i tuoi cari ti riconoscessero? E se qualcuno dichiarasse di essere te?.
Martin sa perfettamente chi è, ma tutti sembrano averlo dimenticato, la persona che ama di più, sua moglie, non lo riconosce. Si sente abbandonato e non creduto, tutti stati d’animo condivisibili, che rendono partecipe del dramma che il protagonista sta vivendo.
Il film diventa così destabilizzante e porta con sé una certa inquietudine.
Se Martin, però, grida al mondo la sua identità, diametralmente opposto è il comportamento di un altro personaggio, Gina, la tassista che decide di aiutarlo. La donna si nasconde da tutto e tutti, è una bosniaca, senza permesso di soggiorno, con pochi soldi e che vuole rimanere nell’anonimato.
Di fronte alla disperazione di Martin, nella quale Gina si identifica, decide di esporsi e dargli una mano. Entrambi condividono l’essere persone isolate e con la voglia di sopravvivere.

“Unknown – Senza Identità” è anche un film d’azione, in cui inseguimenti, sparatorie ed esplosioni si susseguono, in una corsa alla ricerca della verità. Inoltre ci sono pillole di comicità, che risiedono in alcune battute di Ernst Jürgen, un ex membro della Stasi che aiuta Martin. Gli attori secondari hanno il calibro di Bruno Ganz (Ernst Jürgen) e Frank Langella (Rodney Cole), in un ruolo minore ma di grande spessore, i quali conferiscono autenticità ai rispettivi personaggi.
Il film è stato girato interamente a Berlino, ritenuta la città più adatta dove realizzare una storia di questo genere.
Le location, come le scenografie, sono state scelte con cura e vi si trova la particolarità del dettaglio, soprattutto quando si entra nell’appartamento di Jürgen tutto, dalle suppellettili alle fotografie appese alla parete, fa capire chi sia e come appaia legato al proprio passato. È un film ben confezionato, che piacerà agli amanti del genere e non solo.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere