HOME arrow Recensioni film arrow Thriller1 arrow La voce - Il talento può uccidere
Mercoledì 26 Luglio 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prossimamente
La voce - Il talento può uccidere PDF Stampa E-mail
Scritto da Ciro Andreotti   
lunedì 15 maggio 2017

Titolo: La voce - Il talento può uccidere
Titolo originale: La voce - Il talento può uccidere
Italia: 2013. Regia di: Augusto Zucchi Genere: Thriller Durata: 86'
Interpreti: Rocco Papaleo, Antonia Liskova, Augusto Zucchi, Giulio Greco, Franco Castellano, Mattia Sbragia, Augusto Fornari, Riccardo Polizzi
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 07/05/2015
Voto: 7
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Misterioso
Scarica il Pressbook del film
La voce - Il talento può uccidere su Facebook

la_voce_il_talento_pu_uccidere_leggero.pngLa figlia di un imitatore suicida si mette a indagare sulle cause che potrebbero aver spinto alla morte il genitore. La ragazza inizia le proprie ricerche parlando con il professor Amati, lo psicanalista che da anni aveva in cura suo padre.

Augusto Zucchi, caratterista al cinema e visto nelle pellicole di Aldo, Giovanni e Giacomo, oltre che attore di teatro consumato, torna nuovamente dietro la macchina da presa per portare sul grande schermo la figura di un attore di night, un talentuoso Rocco Papaleo, nella parte di un imitatore abilissimo nel replicare qualunque voce maschile ma incapace di rimpossessarsi della sua identità. Uno specialista nell’imitare in tutto e per tutto gli spettacoli del suo idolo Alighiero Noschese.

Zucchi che si ritaglia un ruolo da protagonista, utilizza Papaleo, che per una volta si pone ben distante dalla propria vis comica, in un ruolo drammatico e per una trama noir permeata dalla presenza dei servizi segreti deviati e dove la penombra non solo scenica attraversa la vita di un uomo profondamente segnato dal desiderio di successo e da un trauma infantile che l’ha segnato per tutta la vita.

Papaleo, amante nella pellicola dell’imitatore Noschese, al punto di averne imitato anche il balzo nel buio conclusivo, dona al protagonista una prova degna di un grande attore per un film che purtroppo non è stato distribuito adeguatamente in sala.
Una pellicola necessariamente da recuperare se amate le commedie noir, a dimostrazione che non serve provenire da oltre oceano per scrivere thriller di grande spessore e se ovviamente amate anche quella splendida icona Pop che era, ed è ancora oggi, Alighiero Noschese.

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere