HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Thriller1 arrow Now You See Me - I maghi del crimine
Venerdì 18 Settembre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Now You See Me - I maghi del crimine PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 22
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
lunedì 08 luglio 2013

Titolo: Now You See Me - I maghi del crimine
Titolo originale: Now You See Me
Francia, USA: 2013. Regia di: Louis Leterrier Genere: Thriller Durata: 115'
Interpreti: Jesse Eisenberg, Mark Ruffalo, Woody Harrelson, Isla Fisher, Dave Franco, Mélanie Laurent, Morgan Freeman, Michael Caine, Common, Caitriona Balfe
Sito web ufficiale: www.nowyouseememovie.com
Sito web italiano: www.nowyouseeme-imaghidelcrimine.it
Nelle sale dal: 11/07/2013
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Magico
Scarica il Pressbook del film
Now You See Me - I maghi del crimine su Facebook

La frase: "Ha detto che non hanno rubato i soldi"-"Ho detto che non hanno rapinato la banca".

nowyouseemeimaghidelcrimine_leggero.pngIl nuovo film di Louis Leterrier, “Now you see me – I maghi del crimine”, arriva nelle sale portandosi dietro un carico di magia e di denaro, che difficilmente passa inosservato.
Le banconote cadono a pioggia sugli astanti e prendono letteralmente il volo.
Quelle che si hanno davanti agli occhi sono una serie di magie atte a portare a compimento dei colpi ben orchestrati da qualcuno che muove i fili nell’ombra.
Quattro illusionisti vengono reclutati per lavorare insieme. I quattro cavalieri portano a segno dei furti spettacolari durante i loro spettacoli, coinvolgendo il pubblico e generandone l’ammirazione.
L’agente dell’FBI Dylan Hobbs vorrebbe anticipare le loro mosse, cogliendoli sul fatto e chiede aiuto, affiancato dalla collega dell’Interpol, Alma, al famoso smascheratore di magie, Thaddeus. Tuttavia i quattro cavalieri sono molti furbi e sembrano aver previsto tutto.
Quelle messe in piedi dal regista e dalla sua squadra sono delle magie spettacolari, gli effetti speciali fanno egregiamente la loro parte e i trucchi ideati lasciano a bocca aperta (soprattutto chi non è avvezzo).

La reazione di molti in sala potrà essere in tutto e per tutto simile a quella del pubblico sullo schermo. Negli ultimi anni si sono susseguiti film che hanno avuto come protagonista la magia, si pensi a “The Prestige” di Christopher Nolan e a “The Illusionist” di Neil Burger, entrambi del 2006, proseguendo nel 2007 con “Houdini – L’ultimo mago” diretto da Gillian Armstrong e nel 2010 con il francese “L’illusionista”, film d’animazione di Sylvain Chomet (un capolavoro, niente di meno), arrivando al film del 2011 “Hugo Cabret” di Martin Scorsese, che ripercorre alcune tappe fondamentali di quello che è universalmente riconosciuto il padre degli effetti speciali, un grande illusionista e autore della storia del cinema, George Méliès.
Questi esempi fanno capire quanto la magia piaccia sia a teatro che al cinema. “Now you see me” è un ibrido nato dall’innesto di un heist movie (film sulle rapine) e di un film sulla magia, un po’ “Ocean’s Eleven”, un po’ i titoli sopracitati.

Con questo film Leterrier vuole spingere il pubblico a pensare all’idea dell’impossibile, inventando nuovi trucchi che di primo acchito sembrano impossibili da dimostrare, per lasciare la sensazione che ci sono cose spiegabili solo con la magia.
“Da un lato vogliamo essere sorpresi, ma dall’altro vogliamo sapere come hanno fatto” dichiara il produttore Bobby Cohen, e più la spiegazione che verrà data è stupefacente, più il trucco lascia appagati. Successivamente - nel chiarimento dell’artificio - far capire quanto sia complesso e articolato il lavoro di questi professionisti. In quasi due ore di intrattenimento scorre l’azione, l’adrenalina, trucchi da scoprire e segreti che vengono a galla in un film in cui il detto ‘Nulla è come appare’ è più appropriato che mai. È stato il co-sceneggiatore Edward Ricourt a pensare al soggetto del film quando ancora studiava all’università.

Per Ricourt la vera impresa non doveva essere prendere i soldi, ma il modo in cui venivano presi ed è proprio quello su cui ci si è soffermati di più, creando in un colpo dietro l’altro delle aspettative che sono ripagate. A differenza dei film sopracitati in “Now you see me” c’è la collaborazione di quattro maghi, una squadra di illusionisti difficilmente rintracciabile al cinema, nessun assolo, nessun uno contro uno.
L’intento di Leterrier è stato quello di dare ai trucchi autenticità e proporzioni mai viste prima.
Per realizzare ciò la produzione ha chiamato David Kwong, un esperto e spesso consulente per il cinema sull’arte della magia: “Uno dei nostri obiettivi più importanti era impegnare il pubblico a livello intellettuale, per fargli capire tutta la preparazione che c’è dietro alla creazione di trucchi”.
È un film che ha tutti i requisiti per piacere, compreso un tocco di umorismo.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere