Venerdì 18 Settembre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Overheard PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 29
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
lunedì 27 gennaio 2014

Titolo: Overheard
Titolo originale: Qie ting feng yun
Hong Kong, Singapore, Cina: 2009. Regia di: Felix Chong, Alan Mak Genere: Thriller Durata: 100'
Interpreti: Daniel Wu, Louis Koo, Lau Ching-wan Titolo originale Qie ting feng yun
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: Inedito
Voto: 7,5
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Trepidante
Scarica il Pressbook del film
Overheard su Facebook

overheard.jpgIl thriller hongkonghese “Overheard” (Sit yan fung wan, 2009), scritto e diretto dall’affiatato duo Alan Mak e Felix Chong, è oggi disponibile in Blu-ray e Dvd sul mercato italiano nella collana Far East Film, distribuita dalla Tucker Film e CG Home Video.

Alan Mak incontra Felix Chong nel 2001, nelle vesti di sceneggiatore del suo quarto film “Bit Luen”. Il primo film che li vede scrivere e dirigere insieme è “Moonlight in Tokyo” nel 2005, dopo aver elaborato la famosa trilogia di Infernal Affairs, nel quale Alan Mak affianca Andrew Lau alla regia.

Louis Koo, Daniel Wu e Lau Ching-wan interpretano tre poliziotti incaricati di sorvegliare una società, che si sospetta essere coinvolta in frodi finanziarie.
Durante il loro turno notturno Gene e Max ascoltano delle indiscrezioni sull’aumento di valore di azioni societarie per il giorno seguente. Entrambi hanno gravi problemi di liquidità e la tentazione di servirsi di quell’informazione è allettante.
Il limite che stanno per superare determinerà la loro vita futura.
Parte integrante del film sono le diverse apparecchiature tecnologiche utilizzate: dalle onnipresenti cuffie alla cimice nell’accendino, alle microcamere. Il film si concentra sulle vite di questi tre agenti e sul loro lato oscuro, su quanto sia corruttibile l’animo umano, soprattutto in circostanze di necessità.
Quest’aspetto è stato spiegato dagli stessi registi, che nello scegliere un orecchio mozzato in una trappola per topi per la locandina del film volevano indicare l’oscurità che la natura umana è capace di possedere.
In determinate circostanze la maggior parte degli individui agisce come mai avrebbe pensato di fare.

C’è un assoluto bilanciamento tra l’azione, la suspense e i sentimenti dei tre poliziotti, vengono delineati dei momenti di intimità che coinvolgono emotivamente lo spettatore. Nonostante ciò i due autori non li assolvono dai loro crimini, sottolineando che qualsiasi ragione ci sia alla base per comportarsi ‘male’, ne dovranno pagare le conseguenze amaramente.
L’amicizia e il forte senso di cameratismo non li salverà dalle loro scelte. Mak e Chong non fanno sconti, per uno dei protagonisti lo scotto sarà incommensurabile.
Non esiste un personaggio senza macchia, nessuno è buono a tutto tondo, di tutti si scoprono segreti, difetti, bugie che li rendono umanamente veri, come le tentazioni alle quali cedono facilmente. Nessuno ne esce vincente. Mak e Chong dipingono un quadro feroce e onesto del dolore e della morte, che non lascia prigionieri, come la sequenza in cui una donna si butta da un palazzo per aver perso tutto in borsa.

In “Overheard” gli eventi si rincorrono l’un l’altro, ogni azione produce una reazione a cui bisogna porre rimedio, e i minuti sono contati. Tutto si incastra alla perfezione, le inquadrature i movimenti di macchina e la partitura musicale conferiscono una trepidazione entusiasmante.
I registi e sceneggiatori hanno realizzato un film che sarebbe un peccato perdersi, in cui la vita è la posta in gioco in una partita a scacchi con la morte.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere