Giovedì 21 Giugno 2018
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
the_midnight_man_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Il circolo Pickwick News
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Gli spietati PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Samuele Pasquino   
domenica 08 febbraio 2009

Gli spietati
Titolo originale: Unforgiven
USA: 1992. Regia di: Clint Eastwood  Genere: Western Durata: 127'
Interpreti: Morgan Freeman, Gene Hackman, Richard Harris, Clint Eastwood, Frances Fisher, Saul Rubinek, Jaimz Woolvett, Anna Levine, David Mucci, Rob Campbell, Anthony James, Tara Frederick, Beverley Elliott, Liisa Repo-Martell, Josie Smith, Lochlyn Munro.
Sito web:
Nelle sale dal: 1992
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Samuele Pasquino

Gli spietatiUn gruppo di prostitute promette mille dollari a chi ucciderà due cowboy che hanno sfregiato una di loro.
La notizia giunge a Will Munny (Clint Eastwood), un ex pistolero vedovo con due figli, che accetta e parte alla volta della cittadina con l'amico Ned (Morgan Freeman). Il crudele sceriffo Little Bill (Gene Hackman) si oppone con una legge tutta sua.  

"E' dura uccidere un uomo, gli togli tutto quello che ha, e ciò che sperava di avere!" Una frase di grande impatto quella pronunciata da Will al ragazzo che ha appena ucciso un essere umano per la prima volta. Essa riassume in poche parole l'integrità di un ex pistolero che comprende il valore della vita e sa cosa è il dolore. Tuttavia è necessario dire che il protagonista Will perviene a questa esclamazione fortemente moralistica a causa di un passato tutt'altro che integerrimo, segnato invece da omicidi e rapine compiuti senza alcuno scrupolo. Siamo di fronte ad un uomo profondamente cambiato, si è sposato, ha avuto due figli e grazie alla famiglia ha cessato di essere un assassino, abbandonando un'esistenza violenta e i vapori del whisky che lo inebriavano.
La storia del pistolero redento è quella di un destino che torna a bussare alla porta e viene scelto per una nobile causa: Will è povero, vedovo, proprietario di una casa umile con qualche animale da nutrire e due bambini da mantenere, e trasale silenziosamente alla prospettiva di poter guadagnare una somma discreta per "assicurare un futuro ai suoi figlioli". La sua ritrovata e ormai solida umanità entra in conflitto con il dover compiere nuovamente un delitto, anche se questo riguarda due energumeni violenti. Egli deve, poi, confrontarsi con il tempo, è invecchiato, più goffo, tale consapevolezza non ha bisogno di essere confermata dall'amico Ned.
Delineato il personaggio, gli si crea tutt'intorno il classico sfondo del West, includendo ovviamente tutti gli elementi tipici del genere, i vasti paesaggi selvaggi, i saloon saturi di ubriache risate, le prostitute, la brama di denaro e un antagonista, che però è uno sceriffo padrone di una legge fatta rispettare con metodi alquanto discutibili. La cinepresa di Clint Eastwood gioca seriamente con campi lunghi, inquadrature a figure intere e controcampi non troppo serrati, una regia d'ampio respiro che ripercorre temi classici appresi da un grande maestro quale Sergio Leone.
Il cineasta italiano ha lanciato Eastwood nel firmamento cinematografico con la trilogia del dollaro, per poi consegnarlo al grande cinema statunitense e alla serie dell'ispettore Callaghan che lo ha definitivamente consacrato.
Clint ha reso omaggio al suo pigmalione di un tempo alla cerimonia degli Academy Awards.

"Gli spietati" vinse meritatamente quattro oscar, miglior film, regia, montaggio e attore non protagonista a Gene Hackman, rimanendo un cult del western americano.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere